Capo Vaticano

Stromboli

Stromboli Isole EolieDagli abissi del Tirreno verso le Isole Eolie si erge, in una sinfonia di colori, la mole dello Stromboli dalle pendici slanciate, che si stagliano vigorosamente in un cielo di zaffiro. Sulle falde orientali, coperte da un manto di verde, spiccano, linde e civettuole, tipiche casette bianche che, vedute dall’alto, danno la vaga sensazione di uno sciame di candide farfalle posate su un vesto prato di smeraldo. Alcune, disposte lungo spiagge nere come l’ebano o presso scogli lavici, offrono strani contrasti di tinte. Altre case sono appollaiate attorno alle chiese o si celano tra uliveti cente­nari. Altre infine si inerpicano sulle pendici scoscese del monte; sono per lo più diroccate e un tempo offrirono asilo agli Strombolani che in esse si rifugiavano per sfuggire alle scorrerie notturne dei pirati saraceni. Attorno al paese si allineano lunghe siepi di fichi d’India, che segnano spesso il limite delle proprietà. Sparsi capricciosamente sulle balze o aggrappati ai muri, i capperi fanno bella mostra della loro forma di strani ombrelli verdeggianti che, nella stagione estiva, si ornano di vistosi, candidi fiori. In primavera i folti ulivi e i vigneti, a tratti intersecati da filari di glicine, di roveti e di ginestre, ingolfate in un mare di alte erbe, frammiste a mille fiori selvatici, offrono un incantevole scenario policromo tra effluvi inebrianti. Una nota sinfo­nica completa i quadro idilliaco : è la nenia delle cicale ebbre di sole e di pro­fumi.

Stromboli Isole Eolie A questo versante orientale dell’isola, rivestito di lussureggiante vegeta­zione e inondato da un oceano, di luce, fra tanto sorriso di mare e splendore di cielo, contrasta il versante nord: glabro, aspro, caliginoso e teatro sovente di fe­nomeni apocalittici. In tale antitesi di scenari, consiste la tipica peculiarità di Stromboli. L’isola sorge da fondali che vanno dai 1100 ai 1200 metri per cui l’altezza asso­luta del cono è tra 2026 e i 2126 metri. La sua sommità, detta Serra Vancori (926 m s.l.m.) è l’avanzo di un antico cratere vulcanico, costituito da lave ande­sitiche. A oltre 200 metri al di sotto di questa cima si apre l’attuale cratere at­tivo, limitato a Est e a Ovest dai torrioni e da due creste, formati di banchi di lava, di conglomerati e dicchi, dette: Filo del Fuoco l’orientale e Filo di Baraona l’occidentale. Le quattro unità morfologiche che costituiscono l’isola sono: l’antico vulcano- strato (Paleostromboli) di Serra Vancori a Sud, la Cima (918 m) cinquecento metri a Nord del primo, il cratere attuale con cinque bocche attive, 300 metri a Nord (Neostromboli) della Cima e il neck di Strombolicchio che rappresenta un cono avventizio.


You are here: Home

pubblicità Capo Vaticano Calabria© Pubblicom S.a.s. P.Iva 03057570792 - Azienda di promozione turistica presente sul territorio di Capo Vaticano di Ricadi nei pressi di Tropea in Calabria.