Capo Vaticano

Offerte vacanze Capo Vaticano 2016

Offerte Calabria

Nascite

Le nascite in CalabriaAnche in occasione delle nascite alla puerpera si offrivano doni diversi a seconda che si trattasse di un maschietto o di una femminuccia. Si sparavano cinque colpi di fucile per il maschio e quattro per la femmina, mentre sulla veste battesimale i nastri erano azzurri per il bambino e rosa per la bambina. Il nome poi seguiva rigorosamente le norme del nonno paterno o della nonna paterna, mentre al secondo genito il nome del nonno materno o della nonna materna. Sulla culla, che spesso era un cesto di vimini, le mamme cantavano le ninne nanne più soavi ricorrendo con la fantasia sogni incantati dove il destino del figlio era grande e lucente come il sole del mattino: Ohi fijjiu chi ti luci lu distinu, comu luci lu suli a lu matinu, dove il Re chiedeva in sposa la figlia per il proprio figlio: Mezzu a lu mari sentu fa consijju, chistu è lu Re chi ti vò dà lu fijjiu. Per il battesimo della creatura si sceglievano le migliori personalità del paese ed il “San Giovanni” era sacro e non si poteva rifiutare. Sia il compare che la comare restavano vincolati al battezzato il quale anche da grande doveva il massimo rispetto ai suoi padrini. Si creava così, un vero e proprio vincolo di parentela anche con gli altri familiari.


You are here: Territorio Tradizioni Le nascite

pubblicità Capo Vaticano Calabria© Pubblicom S.a.s. P.Iva 03057570792 - Azienda di promozione turistica presente sul territorio di Capo Vaticano di Ricadi nei pressi di Tropea in Calabria.