Capo Vaticano

Offerte vacanze Capo Vaticano 2017

Offerte Calabria

Folklore

Folklore Capo Vaticano CalabriaIl Folklore: Nei paesini del Comprensorio di Capo Vaticano di Ricadi, in occasione delle tante sangre e feste popolari, capita sovente di assistere al suggestivo: “ ballu du camijuzzu 'i focu ” che è una delle tradizioni di Capo Vaticano. Si tratta di un immaginario cammello, simbolo della potenza araba, costruito con canne bucate e riempite di polvere pirica con intervallate piccole bombe. Un uomo coraggioso si mette sulle spalle quell' impalcatura ed improvvisa una caratteristica danza girando in tondo al suono assordente della “Tarantella” mentre la polvere accesa spande intorno fumo e fiamme alternati a botti e spari. Durante lo spettacolo le persone del luogo iniziano a scatenarsi ballando la tarantella rendendo l'atmosfera più calda ed accogliente. Alla fine dello spettacolo pirotecnico, i resti bruciacchiati vengono buttati via tra gli applausi dei presenti. Il significato del “ camijuzzu 'i focu ” risulta misterioso per il turista, ed ormai anche i nativi ne stanno perdendo la memoria. Esso si ricollega alle scorrerie dei pirati saraceni che con le loro veloci feluche arrivavano improvvisamente dal mare, sorprendendo le popolazioni indifese, saccheggiando, rapinando, incendiando, uccidendo, portando via le donne ed i bambini per farne schiavi.


You are here: Territorio Tradizioni Feste paesane

pubblicità Capo Vaticano Calabria© Pubblicom S.a.s. P.Iva 03057570792 - Azienda di promozione turistica presente sul territorio di Capo Vaticano di Ricadi nei pressi di Tropea in Calabria.