Capo Vaticano

Offerte vacanze Capo Vaticano 2017

Offerte Calabria

Il Brigantaggio

Briganti e Brigantaggio Calabria a Tropea SpilingaIl fenomeno del Brigantaggio, che affonda le sue radici nella storia politica, economica e sociale del Mezzogiorno, ebbe localmente una figura importante nel brigante Andrea Orlando di Spilinga. Egli con la sua azione e i suoi sostenitori rappresentò l’ostilità contadina verso i proprietari di terre e, in generale, verso i possidenti. Orlando era un bovaro che decise di diventare bandito in difesa, soprattutto, dei poveri e degli oppressi, la sera in cui, di ritorno dalla campagna, trovò in casa la madre piangente per la caldaia che aveva dovuto consegnare all’esattore, non avendo potuto pagare il piccolo tributo per mancanza di soldi.

Egli non ebbe esitazione ad uccidere l’esattore e a darsi alla macchia; ma pur diventato brigante egli avrebbe conservato un forte sentimento di onestà. Si racconta che fece uccidere un gregario che si era permesso di chiedere per sé dei soldi ad una famiglia benestante di Ricadi , servendosi però del nome di Orlando. È un capitolo di storia che forse dovrà essere riscritto, o meglio più precisamente documentato.

Non c’era una maturità per uno sviluppo politico-sociale dell’opposizione contadina , né era possibile che il brigantaggio da solo capovolgesse una situazione o rientrasse nella legalità. In pratica i briganti si ridussero a mercenari che guerreggiavano radunando bande armate locali. Così anche Andrea Orlando finì per mettersi al servizio degli anglo-borbonici agli ordini del generale inglese Sherbrosk, che tentavano di ricacciare dal Regno i francesi.

Come l’Orlando operavano, quali guide e capimassa, il Bizzarro, il Rauti e si avvantaggiavano delle simpatie, ma anche della paura dei contadini. Orlando, nel 1808, contava su una forza di 60 uomini, annidati sulle alture del Poro , ma quando la campagna antibrigantaggio condotta dai francesi cominciò a dare buoni risultati in un primo tempo passò dal Brigantaggio politico a quello più redditizio delle grassazioni, poi si offrì di lavorare per i francesi, venne amnistiato e poi arruolato col grado di capotano. Morì a San Ferdinando, all’età di 86 anni, in una casa dei marchesi Nunziante, dove passò il resto della sua vita, dopo aver sposato a Palmi Maria Rosa Suriao, una ragazza del luogo appartenente ad una agiata famiglia di agricoltori. Spilinga onorò la memoria del capitano Orlando intitolandogli la via dove era nato.


You are here: Territorio Cenni storici Il Brigantaggio

pubblicità Capo Vaticano Calabria© Pubblicom S.a.s. P.Iva 03057570792 - Azienda di promozione turistica presente sul territorio di Capo Vaticano di Ricadi nei pressi di Tropea in Calabria.